Appello al Sindaco di Livorno

Appello pubblico agli amministratori di Livorno.

 Signor Sindaco, Signori  Membri della Giunta Municipale,

la vicenda della ripavimentazione di Via Grande ha caratterizzato il dibattito pubblico degli ultimi anni perchè con essa è in discussione il concetto stesso di Città vissuta e condivisa. Sono in ballo infatti l’opportunità di “recuperare” piuttosto che di “demolire”,quella di contenere l’evidente degrado invece che la prospettiva pura e semplice di eliminare “gli scarti” del passato per costruirci sopra. Non per caso il progetto da Voi predisposto è in chiave contrapposta a quello dei Vostri  predecessori.

Ora,siamo a cinque mesi scarsi dal voto per il nuovo mandato amministrativo, e Voi avete dichiarato in questi giorni  che i lavori dureranno un anno. In sostanza, si svolgeranno durante  il primo anno della nuova consiliatura. Da tenere inoltre presente,come ha onestamente evidenziato l’Assessore ai Lavori Pubblici nel corso delle recenti conferenze stampa,  che tali lavori  vivranno necessariamente due fasi temporali: le opere di contorno (tipo illuminazione) con cantieri “volanti” e la ripavimentazione vera e propria con cantieri a terra di seguito alla progressiva demolizione delle superfici piastrellate.Ma quest’ultimo passaggio non avverrebbe  prima di mesi due (2) dalla conclusione delle operazioni aeree tra un portico e l’altro. Di conseguenza la messa in opera della “nuova palladiana” non inizierà prima di giugno, considerata la sosta delle festività pasquali e i necessari richiami delle lavorazioni in corso per il ripristino della illuminazione. 

Stando così le cose, e conoscendo il Vostro pieno condividere l’importante principio di partecipazione civica,  ci pare opportuno non togliere ai cittadini livornesi la possibilità di dare indicazioni sull’argomento con il proprio voto prima del “fatto amministrativo compiuto” . E l’evidenza delle due fasi temporali nella esecuzione dei lavori, lo rende ancor più agevole. D’altra parte, sullo stesso argomento è facile constatare piu’ di una contrarietà da parte di esperti e residenti che non intendono “bloccare il Cantiere”,ma quanto meno rimodulare l’intervento di pavimentazione, limitatamente a quelle parti o sezioni in cui si ritenga doveroso procedere per stato di necessità.  

Con la presente, per evitare che l’avvio dei lavori di integrale demolizione sia percepito come una inutile forzatura, Vi invitiamo pertanto a voler rendere noto che la Vostra Amministrazione , durante la consiliatura in corso – vale a dire fino a tutto  giugno ’24  –, si limiterà ai lavori di contorno e non intende iniziare quelli concernenti la vera e propria ripavimentazione di Via Grande. Adottare una simile procedura non intaccherebbe le scelte urbanistiche della Sua Amministrazione e al contempo non contraddirebbe la Vostra volontà di dare ai livornesi il pieno diritto di partecipazione alle scelte relative all’arredo cittadino.

Va ringraziamo dell’attenzione e porgiamo i migliori saluti

Firmato le  Associazioni Circolo Einaudi, Il Comune dei Cittadini, HELP, Il Pentagono, Livorno come era, Vivi Centro,  con i loro presidenti  Riccardo VOLIANI, Enea SANTANIELLO, Sergio NIERI, Marcello PAFFETTI, Giorgio MANDALIS, Andrea MIGLI, 

e i livornesi Raffaello MORELLI, Giuliana BIMBI, Gadiele POLACCO, Maurizio BARINCI, Elisabetta FRIZZI, Gabriella SIMI,  Maria Teresa VOLPI, Umberto SPECOS, Marco CANNITO, Marco MANCINI, Ivo PANCIATICI, Enrico DEL CHICCA, Gaetano CICCONE, Claudio CITTI, Claudio NORFINI, Roberto TESSARI, Roberto LEONARDI, Luciano SANGUINETTI

Questa voce è stata pubblicata in in ambiti Locali, INIZIATIVE (tutte) e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.