Richiesta di referendum propositivo a Livorno

COMITATO OLTRE L’INCENERITORE

Via Don David Albertario 35

LIVORNO

Mail : oltreinceneritore@gmail.com

                                                                                                                     Livorno 27 luglio 2021

                                                                                                         Al SINDACO di

                                                                                                         LIVORNO

                                                                                                         Piazza del Municipio

Egregio Signor Sindaco,

prediamo atto che la Sua lettera prot. n. 89989/2021 datata 22 luglio trasmessaci il 23 a metà pomeriggio (seguita mezz’ora dopo dall’allegato n. 88933/2021) e concernente la richiesta dello scorso 2 luglio,  si caratterizza per il  compiacimento da  Lei espresso riguardo la nostra volontà di rendere operante  l’istituto del referendum propositivo (contenuti sui quali Lei aveva fatto una anticipata e  dettagliata comunicazione al Consiglio Comunale). Un clima che ci fa piacere e che ci auguriamo  possa ampliarsi e protrarsi.

In questo stesso clima, desideriamo peraltro farLe rilevare che Lei ci fa una richiesta – nel testo della lettera così come nella comunicazione al Consiglio Comunale – che applica la tesi espressa  dal Segretario Generale nell’allegato, tesi da noi ritenuta  infondata. Di fatti, tale tesi sorvola in toto sul disposto dell’art.67 comma 1 dello Statuto del Comune (che non impone ad un Comitato regolarmente composto da almeno 50 cittadini  di non poter avanzare più di una richiesta) e , avvalendosi di questa omissione, distorce il senso dell’art.3 comma 2 del Regolamento per i referendum comunali confondendo lo specificare le generalità dei proponenti (previsione da noi rispettata appunto tramite l’allegato n.1 alla richiesta del 2 luglio)  con il dover ogni volta ricostituire il Comitato dei Promotori, una ricostituzione non prevista  dallo Statuto né dal Regolamento per i Referendum Comunali.

In ogni caso, a norma dello Statuto, il solo organo competente per il giudizio di ammissibilità su richieste di referendum è il Collegio di Garanzia. Quindi solo ad esso spetta sollevare eventualmente il problema della ricostituzione del Comitato promotore da Lei posto nella Sua datata 22 luglio. Per parte nostra, non intendiamo avallare (tanto più visto che dell’argomento è stato messo al corrente il Consiglio) le indicazioni dei Segretari Generali in materie non rientranti nei loro compiti.

Per queste ragioni, quale Comitato  regolarmente costituito nell’aprile 2019 ai fini dell’art.67, comma 1 dello Statuto, come all’epoca sancito,  siamo rammaricati di non poter accogliere il Suo invito e – anche per scongiurare il riprodursi degli annosi ritardi verificatisi dopo lo stesso aprile 2019 – confidiamo anzi che Lei faccia trasmettere subito la nostra seconda richiesta di referendum al Collegio di Garanzia perché possa nei termini previsti adempiere ai compiti ad esso riservati ai sensi dell’art.67, comma 2 dello Statuto.

Distinti saluti

p. Comitato OLTRE  L’INCENERITORE 

Tiziana DE MEMME  F: FANTAPPIE’  R.  MORELLI  S. NATALI  E.SANTANIELLO  M. CANNITO

Questa voce è stata pubblicata in in ambiti Locali, INIZIATIVE (tutte), referendum e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.