L’identità del M5S e il MES (ad Angelo Panebianco)

Caro Professore,

il Suo articolo del Corriere di stamani sull’identità del M5S, espone alcune osservazioni realistiche salvo che nel penultimo paragrafo concernente il MES. A parte il mancato richiamo al fatto che il voto dei parlamentari M5S alla Von der Leyen fu decisivo, Lei salta del tutto la questione chiave a proposito del MES. Cioè la circostanza che il MES non dipende dal Parlamento Europeo ma fa parte degli strumenti dei 19 stati dell’euro e che, in quanto tale, ha uno statuto di banca sottoposto a regole di segretezza e di procedure, modificabili ma non eludibili fino alla loro modifica .

Perciò non ha base la fandonia in giro per cui il fondo sanitario europeo post Covid19 sarebbe sottoposto alla sola condizione di essere usato per la sanità. Il condizionamento non è relativo alla fattispecie d’uso ma è insito nella struttura della banca MES, estranea al diritto UE.

Questo dato di fatto sulla struttura MES non c’entra con l’identità dei M5S, specie tenuto conto del loro voto per approvare la Von der Leyen.

Questa voce è stata pubblicata in LETTERE (tutte), su questioni politiche e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.