Un finale frettoloso (a Sofia Ventura)

Gentile Professoressa,

in chiusura del Suo articolo sulla Stampa, in cui svolge diverse argomentazioni condivisibili, nel penultimo periodo Lei esprime un concetto a mio parere non fondato nei fatti. In più sensi.

Intanto, non è vero che l’unico orizzonte sia la sopravvivenza. Almeno non più di sempre. Perché si sta ancora facendo politica, eccome. Lo scontro è tra chi vuol sviluppare gli esiti del 4 marzo 2018 (quando i cittadini bocciarono chi li aveva governati negli ultimi due decenni all’insegna dell’allontanarsi dai cittadini, nella convinzione elitaria di conoscere il da farsi anche senza ascoltarli) e chi vuole avviare la restaurazione del prima 4 marzo, dando a questa restaurazione connotati differenti a seconda che sia di sinistra o di destra.

Lo scontro è continuo per forza di cose. Il PD non si è ancora rassegnato al fatto che è vuota la sua nostalgia per il proprio passato e che il Conte2 può essere solo l’evoluzione del Conte1 e non può essere la svolta sognata per la restaurazione. E il M5S (in Parlamento il pernio della maggioranza) intende proseguire gli sviluppi del 4 marzo (anche se in quest’anno e mezzo si è avuta conferma che però non ha gli strumenti di cultura e di esperienza per sapere come farlo). Questa ricostruzione, tra l’altro, spiega il perché il M5S rifiuti la prospettiva PD della crociata contro i sovranisti secondo gli stilemi d’antan della sinistra che tenta di inglobare gli alleati.

Sono convinto che ogni possibile evoluzione del sistema politico nazionale non potrà prescindere da questi dati di fatto. In questa prospettiva, l’Emilia e la Calabra sono appuntamenti importanti ma sarebbero decisivi solo se prevalesse la logica sondaggistica dei sovranisti e dei loro adepti berlusconiani (però non si sa come sia possibile) oppure qualora nel PD prevalgono i circoli di chi odia Renzi e quindi vuole la crisi e le elezioni in un’ottica del muoia Sansone con tutti i filistei.

Questa voce è stata pubblicata in LETTERE (tutte), su questioni politiche, sul tema Fatti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.