Il veleno della proposta di revisione costituzionale

I sostenitori della proposta di revisione costituzionale dicono che questa sia la medicina per dare  un futuro all’Italia accentrando decisioni e controllo dello Stato nonché diminuendo i costi della politica,   ma non affrontano mai il merito di ciò che è scritto davvero nella proposta. Così operano un tentativo di estorsione alla coscienza civile dei cittadini.

Con ll raggiro vogliono forzarli a credere che l’amara medicina di restringere la partecipazione e la possibilità di scelta di ciascun cittadino, sarebbe l’unica terapia per i mali del paese. Invece una lunga esperienza storica e il recente ventennio di governo senza dibattito su idee e progetti, provano  che proprio quella medicina è il veleno e  che fondare il governo solo sul potere e sulla lotta tra i capi per esercitarlo,  provoca sicuramente il declino delle condizioni di convivenza e delle istituzioni.

Per scongiurare la definitiva caduta nel baratro dei gruppi di potere economici e amicali, occorre che i cittadini si mobilitino fin da ora per illustrare i guasti profondi indotti dalla proposta di revisione costituzionale. Sarebbe controproducente astenersi per protestare.  Chiunque è convinto che la proposta di revisione è un veleno per la democrazia, non può che votare NO al referendum di autunno per ragioni di merito ed incitare tutti a farlo.

Comitato PER LE LIBERTA’ DEI CITTADINI, NO AL PEGGIO

Questa voce è stata pubblicata in COMUNICATI STAMPA (tutti), sul tema Quadro politico e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.