La confusione dei DS

Raffaello Morelli , Segretario Nazionale della FdL, ha dichiarato:

“ Il Papa si è scagliato contro la prospettiva del “matrimonio tra omosessuali”. I popolar conservatori si spellano le mani estasiati. I laici hanno preso atto e, meno male, pare vadano avanti verso il riconoscimento giuridico di legami affettivi diffusi e civilmente legittimi. I DS sono saliti in cattedra e richiamato all’ordine il Papa ( “la Chiesa non deve commettere l’errore di non considerare i diritti degli omosessuali” ammonisce l’on. Grillini dal video di Rainews24). Ma per la Legge Divina predicata dalla Chiesa il rapporto omosessuale è un disordine morale e non un diritto. Un liberale avversa fino in fondo la pretesa del Papa di uniformare la legislazione dello Stato Italiano alla Legge Divina ma non pretende a sua volta che il Papa abbandoni la Legge Divina per abbracciare la logica dei diritti dei cittadini.
I DS non riescono proprio ad essere liberali nemmeno quando vorrebbero apparirlo. Ecco perché la lista comune di tutti i riformismi socialista, popolare e liberale alle Europee2004 sarebbe – trattandosi di elezioni proporzionali – una confusione culturale finalizzata al raggiro, quello di dar per acquisita una unità di culture e di intenti che non ci può essere. Le diffrenze culturali non sono lettere scritte sulla sabbia”.

Questa voce è stata pubblicata in COMUNICATI STAMPA (tutti), sul tema Liberalismo, sul tema Quadro politico e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.