Saverio Borrelli recidivo

Il Procuratore di Milano, Saverio Borrelli, continua ad interpretare le norme secondo le esigenze del proprio “disegno politico”.
Siccome il Papa ha chiesto un atto di clemenza per i detenuti in occasione del Giubileo e ciò non piace al dr. Borrelli che vuol preservare le inchieste del pool, allora il dr. Borrelli manifesta tutto il suo ossequio alle norme dello Stato italiano e dice “ non vedo cosa c’entri il Papa con i problemi interni del nostro Stato”. Giusto.
Peraltro, stando alle norme dello Stato italiano, anche le dichiarazioni a raffica di un magistrato di livello ( lo stesso dr. Borrelli) su ogni iniziativa di governo e su ogni dibattito parlamentare, non c’entrano davvero nulla. Salvo servire al dr. Borrelli per sostenere il proprio personale “disegno politico” : la repubblica guidata dall’aristocrazia dei magistrati. Ma questo cosa c’entra con la Costituzione ?

Questa voce è stata pubblicata in COMUNICATI STAMPA (tutti), sul tema Liberalismo e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.