La Federazione dei Liberali e le elezioni

Dichiarazione del Coordinatore Raffaello Morelli:

” Il simbolo della Federazione dei Liberali testimonia la volontà del mondo liberale – quello vero e di sempre – di continuare la battaglia politica per una società più aperta, che è tale innanzitutto quando le scelte di governo sono affidate ai cittadini. Questo è reso assai difficile dall’attuale legge elettorale, dissennata accozzaglia di tre sistemi diversi , largamente dominati dal proporzionale,che favoriscono le grandi organizzazioni e non il libero associarsi dei cittadini. E infatti la campagna elettorale sta arroventandosi su questioni che rispondono pialle esigenze di propaganda delle grandi organizzazioni che all’effettivo contrapporsi in effettive scelte di governo.

La Federazione dei Liberali sostiene la necessità di abolire la proporzionale. Non poteva pertanto, senza contraddirsi,né partecipare direttamente ad un confronto solo proporzionale,né sottacere le gravi distorsioni comunque indotte dal dissennato meccanismo elettorale.La Federazione dei Liberali contribuirà pertanto con i suoi aderenti, nei modi tecnicamente possibili,le ragioni forti della liberal democrazia per sconfiggere la mentalità e le proposte dei dirigisti.Forse a causa dei guasti della legge elettorale, dirigisti e liberal-democratici non sono perfettamente divisi. Ma è indubbio che i dirigisti sono prevalenti sia nell’area sedicente progressista che in Alleanza Nazionale.Gli aderenti alla Federazione dei Liberali partecipano quindi alle elezioni nelle liste delle altre aree, la lista Pannella, il Patto per l’Italia, Forza Italia, e si caratterizzano essenzialmente su cinque temi: completa introduzione dell’uninominale maggioritario, giustizia nel rigoroso rispetto della legge senza concessioni al giustizialismo, il superamenti della Mammì per dare più voci all’informazione e liberarci dal duopolio RAI Fininvest, un sistema fiscale che sia un equo corrispettivo ai servizi pubblici, una politica dei diritti che renda concreta la dignità economico sociale alla cittadinanza in Italia sciogliendola dai lacci della burocrazia.

Gli aderenti alla Federazione dei Liberali candidati alle elezioni si impegneranno a dar vita ad uno stesso gruppo parlamentare dei liberali, in modo da testimoniare che i liberali restano diversi dagli alleati su questioni di non poco conto.Dalla confusa visione del liberalismo conservatore di Forza Italia fondata sulla logica delle promesse esaltanti e sulla gestione a carattere padronale,agli stretti legami del Patto per l’Italia con la gerarchia cattolica e in genere con il mondo della vecchia DC, alle difficoltà dei club Pannella di associarsi al di fuori del ristretto nucleo dei suoi fondatori.

Questa voce è stata pubblicata in COMUNICATI STAMPA (tutti), sul tema Liberalismo, sul tema Quadro politico e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.