Cambiare rotta in Toscana

Raffaello Morelli, Vice Presidente Nazionale del PLI, ha osservato che ” i liberali toscani sono di parere opposto a quei socialisti che per risolvere la crisi alla Regione propongono di respingere le dimissioni di Marcucci. Queste dimissioni sono viceversa una necessità proprio perché le carenze politiche della Giunta Marcucci non dipendono dai limiti del suo Presidente ma dalle insufficienze programmatiche ed operative di una formula del tutto logora ed inadeguata alle esigenze della società toscana. Il PdS ha almeno avuto il coraggio politico di porsi il problema di dover invertire la rotta toscana e il suo segretario nella necessità di cambiare e di sottolineare che cambiare non implicava giudizi negativi sulla persona. Il cambiamento del governo Toscano è indispensabile ed urgente. La ricetta liberale per cambiare è quella di abbandonare ogni dirigismo dichiarato o praticato, mettere i diritti individuali al primo posto, dare ampio spazio al privato e migliorare i servizi per una migliore qualità della vita. Si vedrà se è una ricetta che la voglia di cambiamento del PdS arriverà fino ad accettare. Ma stupisce che in casa socialista ci siano contrarietà.
Naturalmente porsi il problema non basta. E non si pensi a risolvere la crisi lasciando tutto come prima. I rimpasti e altri papocchi non sono la via giusta per cambiare la rotta del governo regionale. Servirebbero solo a non turbare gli equilibri del palazzo che con i problemi reali hanno poco a che vedere”.

Questa voce è stata pubblicata in COMUNICATI STAMPA (tutti), sul tema Quadro politico, temi Locali e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.