La funzione della RAI non deve essere rincorrere la TV commerciale

” L’improvvisa cautela del sen. Mancino su spots e interruzione dei films è come un improvviso cedimento tattico a braccio di ferro: un tentativo per sorprendere l’avversario e meglio perseguire il proprio obiettivo. L’obiettivo strategico della sinistra DC resta quello di rilanciare sotto nuove forme la logica neomonopolistica di un servizio pubblico deviante dalle sue reali funzioni e in sleale concorrenza con i privati sul terreno commerciale. Non a caso il sen. Mancino insiste sull’abolizione del tetto pubblicitario RAI che di questa strategia è il fulcro.”

“Di fronte ad un tale obiettivo, i liberali, e in genere l’area laica e socialista, reclamano il rispetto degli accordi di governo: attuare la scelta di un sistema radiotelevisivo misto che chiuda l’epoca del monopolio e ponga le premesse per andar oltre gli oligopoli. Il sen. Mancino si stupisce perchè se ne fa un problema di governo. Ma è uno stupore troppo ingenuo per essere credibile. Abolire spot e tetto pubblicitario non è una questione strettamente limitata alla valutazione delle entrate RAI, come il sen.Mancino pretenderebbe. Significa decidere quale sistema d’informazione si vuole e quale deve essere il ruolo del servizio pubblico.”

” Alla sinistra DC , si deve ribattere che è finita l’epoca del servizio pubblico di basso livello, popolaresco, confezionato così per competere con i più discutibili aspetti commerciali delle private. Ormai, anche le indagini commissionate dalla RAI al Censis dimostrano l’esistenza di una domanda di cultura molto forte, penetrante e diffusa. Questa è la domanda che il servizio pubblico deve innazitutto soddisfare. Abolire il tetto pubblicitario RAI, e dunque mettersi a rincorrere la pubblicità commerciale, porterebbe in direzione opposta. Per finanziare un servizio pubblico correttamente impegnato nella sua funzione, esiste il canone nei modi e misure fissati dal governo.”

” In prospettiva il problema , come il PLI segnala da tempo , resta quello di sciogliere la commistione di finalità istituzionali e commerciali nella RAI che consente garbugli d’ogni genere.”

Questa voce è stata pubblicata in ARTICOLI e INTERVISTE (tutti), sul tema Proposte, sul tema Quadro politico e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.